TAPPI CORONA E BIDULES

Struttura dei tappi a corona  

 

I tappi a corona sono costituiti da due parti, una calotta di metallo (banda stagnata, alluminio o acciaio inox) di diametro 29 mm ed una guarnizione in materiale plastico, che una volta fissata la calotta a corona sulla baga della bottiglia, permette la chiusura della bottiglia anche a pressioni elevate.

La calotta del tappo può essere costituita da diverse leghe metalliche:

  • banda stagnata: materiale molto economico, se utilizzato in luoghi umidi ha l’inconveniente di arrugginirsi, tanto che la ruggine potrebbe essere difficile da rimuovere dal vetro.

  • alluminio: materiale molto duttile perfettamente resistente all’umidità. Richiede forze di tappatura e stappatura relativamente basse, è la chiusura più utilizzata poiché presenta un buon rapporto qualità prezzo.

  • acciaio inox: materiale costoso utilizzato per applicazioni specifiche o per affinamenti sur lattes molto lunghi. Richiede forze di tappatura e stappatura elevate.

Permeabilità dei tappi a corona nei confronti dei gas

I tappi a corona non sono perfettamente ermetici, ma permettono il passaggio di gas attraverso la guarnizione sintetica, si ha infatti una perdita di anidride carbonica ed un ingresso di ossigeno nella bottiglia, il cui equilibrio è in funzione dalla guarnizione scelta.

La variabilità nella perdita di anidride carbonica è molto ampia in funzione del tappo utilizzato, inoltre gli studi realizzati dal CIVC e pubblicati su “Les Vignerons Champenoise - maggio 2019” evidenziano che l’ingresso di ossigeno è compreso tra 0,95 e 1,8 mg/anno a 15°C. 

La scelta del tappo a corona deve quindi essere fatta in funzione della cuvée prodotta, dal tipo di spumante che si vuole ottenere, dalla permanenza sur lattes che si adotta e dalla presenza o meno di sostanza colorante (spumanti rosé), spesso più suscettibile all’ossidazione rispetto ai bianchi.

Si possono inoltre scegliere i tappi corona in funzione dello spazio di testa per ogni singolo formato di bottiglia: i magnum hanno un volume d’aria nello spazio di testa pari a circa la metà rispetto all’analoga bottiglia da 0,75 l, questo a parità di altri fattori può generare un grado di ossidazione diverso tra i due formati; tali differenze possono essere riequilibrate impiegando guarnizioni a scambio diversificato per i due formati. 

SCARICA IL 

RAPPORTO CIVC

Bidules 

È un opercolo di plastica, generalmente di polietilene adatto al contatto con gli alimenti, che si posiziona nel collo della bottiglia prima di chiuderla con il tappo corona.

Svolge essenzialmente due funzioni diverse: 

  • permette la tenuta dei liquidi, il mancato impiego può causare colature e perdite di liquido. Non ha nessun effetto nei confronti della permeabilità ai gas.

  • serve come contenitore del deposito che viene fatto scivolare fino al collo della bottiglia; senza la bidule il ghiaccio che si viene a creare tende ad aderire alla superficie interna del collo della bottiglia, tanto che all’apertura alcuni frammenti di ghiaccio potrebbero non essere espulsi, causando intorbidamenti del vino a causa della mancata espulsione totale del deposito.

VUOI TESTARE LE DIVERSE PERMEABILITÀ

Se vuoi iniziare a produrre metodo classico, se già sei un produttore che vuole tagliare i costi ed affidarsi ad operatori esperti utilizzando macchinari automatici all'avanguardia, puoi richiedere un preventivo, informazioni o la vista di un nostro tecnico.

Contattaci adesso, ti forniremo tutte le informazioni per sviluppare il tuo progetto. 

© 2020 by Enovys srl -  Via Marco Biagi 5 - 37060 Peschiera del Garda VR - ITALY - Tel +390452215824 - info@enovys.com - P. IVA 04458180231